Eur Usd

Ancora pressione sull’area di resistenza 1.29. Questo livello ha già respinto i prezzi nelle ultime due occasioni verso area 1.26.  Possibilità di operare sulla rottura di area 1.29 con target di breve 1.3350 e in seguito 1.36. In caso di rottura al ribasso del box di congestione 1.26/1.29 possibilità di test veloce di area 1.24.

Leggi tutto

Indice Ftse Mib

Indice che arriva sulla prima resistenza statica importante in area 21000. Livello che ha respinto i prezzi per 4 volte negli ultimi 4 mesi. Il test dei 21000 avviene in questo caso con una doppia white candle successiva ad un piccolo pull back mentre nelle altri occasioni il rally fino ad area 21000 era partito da livelli più bassi. Possibilità dunque di vedere violata area 21000 con target primo sulla resistenza dinamica in area 23000 dove si deciderebbe il trend di medio che rimane per il momento negativo. In caso di mancata violazione dei 21000 spazio verso il basso sul supporto statico in area 19000/18500.

Leggi tutto

I costi nascosti nelle Polizze Vita.

Tra gli strumenti finanziari più sottoscritti dai risparmiatori italiani ed offerti dalle Compagnie Assicurative e dalle Banche ci sono le Polizze Vita. Esse sono solitamente alimentate da un versamento unico o da versamenti periodici (es. mensili). Al principale obiettivo di accantonare risparmio si associa sempre una copertura caso morte dell'assicurato e un vincolo temprale di riscatto, ovvero l'impossibilità di ottenere il patrimonio assicurato se non alla scadenza del piano (10, 15, 25 anni). Il rendimento di tali polizze è in genere legato a delle gestioni obbligazionarie, titoli di Stato Italiani ed Europei e obbligazioni aziendali, che prevedono un minimo garantito annuo generalmente intorno al 2%. Interrogativi La forte pressione commerciale alla vendita di tali strumenti da parte dei collocatori da cosa dipende: Dalla elevata domanda che proviene dal Risparmiatore? Dalla sicurezza del rendimento garantito alla scadenza del prodotto? Dalla tranquillità familiare offerta dalla protezione assicurativa? O dalla possibilità di effettuare un accantonamento periodico per costruire un capitale nel tempo? Analisi Riportiamo le caratteristiche di una Polizza offerta da una famosa Compagnia di Assicurazione: Versamento mensile Durata 25 anni. Investimento del risparmio in una gestione separata obbligazionaria (titoli di Stato e obbl. societarie della zona euro). Rendimento garantito riconosciuto del 2% annuo.

Leggi tutto

La Fed minimizza.

Bernanke nel suo discorso di oggi minimizza sostanzialmente le paure espresse dal mercato negli ultimi giorni, ovvero un ritorno verso la recessione (Double Dip). Bernanke dice chiaramente che i rischi di un ritorno in recessione sono minimi anche se nota che la discesa dei prezzi (deflazione) è più alta di quella attesa. Parla anche degli strumenti per combattere l’eventuale peggioramento delle condizioni di crescita e giustifica dicendo che continuerà ad usarli fino a quando il rapporto benefici/costi sarà favorevole. Dice inoltre che il riacquisto di Titolo del Tesoro (quantitative easing) è uno strumento positivo e che è ben apprezzato dal mercato ma parla anche di un mutamento di questo comportamento se le condizioni lo richiedono. Quest’ultima frase probabilemente spaventa il mercato dei Bond che al momento sembra cedere leggermente le tensioni accumulate nelle ultime sedute. Mercati azionari che dopo un’ondata di vendita molto intensa rimbalzano in maniera decisa riportandosi sulla parità. Per ora sembra nuovamente scampato un tracollo verticale che personalemente avevo potuto anche giustificare dalle condizioni dei mercati dell’ultima settimana. Bund che per ora rompe il supporto dinamico (trend line) significativo in area 134 e lo fa con vulumi record (152.000 contratti nell’ultima mezz’ora) e Dax che rimbalza in maniera

Leggi tutto

EuroStoxx50 Future

Situazione grafica interessante per il future Eurostoxx50. E’ in corso la formazione di una evidente area di consolidamento con estremi 2675/2625. Questi valori potrebbero fornire uno spunto operativo in caso di violazione. Posizione rialzista su rottura di 2675 e posizione ribassista su violazione di area 2625. Stop loss di 15 punti in casi di entrata su questi livelli. Target primo al rialzo 2750 e obiettivo primo al ribasso 2575.

Leggi tutto

Etf e Fondi. Un approfondimento.

Meglio i Fondi Comuni di Investimento o gli strumenti passivi che replicano il benchmark senza proporre una gestione attiva come gli Etf (Exchange Trade Fund)? Una domanda che si pongono sia gli addetti ai lavori sia i singoli risparmiatori alle prese con le innumerevoli soluzioni di investimento presenti sul mercato. Abbiamo cercato di chiarire la questione attraverso un'analisi basata basata sui dati dell'Ufficio Studi di Mediobanca. La pubblicazione dell'Ufficio Studi di Mediobanca, nella sua ultima versione del luglio 2009, intitolata "Dati di 1079 Fondi e Sicav italiani (1984-2008)", presenta un quadro completo e preciso del mondo del risparmio gestito italiano, analizzandone risultati, costi e raffronti con i benchmark di mercato. ———————————————————————————————— Costi e perfomance rispetto al benchmark Una prima analisi ha l'obiettivo di evidenziare i risultati dei Fondi in termini di Costi e di Perfomance rispetto al benchmark individuato dal gestore. Il periodo temporale analizzato va dal 1999 al 2008. La tabella A evidenzia gli oneri di gestione in percentuale sul patrimonio netto medio: Tabella A (Costi e perfomance vs benchmark Fondi e Sicav Italiane) Anno Oneri Totali Fondi Oneri Azionari Oneri Bilanciati Oneri Obbligazionari 1999 1,5% 2,4% 1,8% 1,3% 2000 1,6% 2,3% 1,7% 1,2% 2001 1,4% 1,9% 1,7% 1,1% 2002

Leggi tutto

Analisi Indice Ftse Mib 40

Indice italiano in fase di test della prima resistenza importante in area 21.000. Su rottura di questa quota target di medio in area 23.000. In caso di mancata rottura obiettivo prima sui 20000 e in seguito nuovamente in area 18.500. Trend di medio termine che rimane comunque negativo sino ai 23.000.

Leggi tutto

La copertura dal rischio prezzo dell’acciaio.

Evidenziamo un articolo apparso sul Sole 24 Ore del 12 Giugno 2010. L’articolo sottolinea come sia in deciso aumento la contrattazione del contratto Future sull’acciaio quotato al mercato di Londra. Tale strumento permette all’azienda di coprire l’esposizione alla volatilità del prezzo dell’acciaio per quelle imprese la cui struttura dei costi è fortemente dipendente dalle variazioni di questa materia prima.

Leggi tutto

L’Euro ha anticipato l’equity.

Nell’ultimo articolo parlavamo dell’evidente scorrelazione tra gli asset avvenuta nella giornata del 01 Luglio. Dopo la giornata di oggi caratterizzata da un portentoso rally dell’azionario occorre segnalare come il movimento sull’Euro Dollaro abbia anticipato il movimento sull’equity. Solitamente è il mercato obbligazionario che fornisce la conferma ad un movimento dell’equity o a volte lo anticipa. Questa volta l’incoerenza tra il movimento tra le asset class e in particolare sulle valute ha preannunciato questo movimento. La lezione è che l’analisi intermarket fornisce spesso indicazioni, non nel segno ma più nella fattibilità o meno di un rally di breve termine. Occorre dunque sempre prestare attenzione al comportamento non solo dei mercati ma TRA i mercati. Evidenti scorrelazioni segnalano quasi sempre un diverso atteggiamento degli operatori più informati o un anticipo del sentiment.

Leggi tutto

Giornata di scorrelazione fra i mercati. Attenzione.

Aria strana oggi sui mercati. In particolare occorre sottolineare la scorrelazione fra Dollaro Usa e gli altri asset. Il cambio €/$ è passato da stamattina in poche ore da 1.22 a 1.24 in un movimento violento e sostenuto. Movimento accompagnato da una forte debolezza degli azionari. Ogni breve salita viene utilizzata per vendere massicciamente. Obbligazionario a ridosso dei massimi. Petrolio molto debole. La giustificazione potrebbe essere trovata nell’anticipazione dei mercati sul dato sulla disoccupazione USA di domani, ma questo non è certo. Sicuramente in questi momenti occorre prestare la massima attenzione nell’operatività e non sottovalutare l’atteggiamento di chi oggi sta vendendo dollari con estrema decisione. Attenzione dunque alle giornata di domani.

Leggi tutto
Close