Autogrill e Mediaset

Mediaset: Long white pur se con scarsa volumi per Mediaset che rompe il primo box di congestione in area 4.4 e violando per ora anche la ribassista dinamica di medio termine. Possibilità di ulteriore allungo veloce in area 5.15 dove passa la prima resistenza statica.Possibilità di anticipare il movimento con stop sotto i minimi di ieri in area 4.20/4.15. Posizione con ottica di medio. Autogrill: titolo che arriva subito a testare la parte alta del piccoo box di congestione tra i 6 e i 7 euro. Sopra questa quota possibilità di ulteriore allungo verso area 9.00 prima resistenza importante di medio termine. Stop loss ferreo per un ritorno sotto area 6.00.

Leggi tutto

Analisi mercati

Indici azionari che nella settimana appena conclusa aggiornano i nuovi minimi sulla scia dei nuovi timori di sottocapitalizzazione del settore bancario, che continua a sottoperformare, e sull’immininte recessione che i dati fino ad oggi disponibili sembrano preannunciare se non confermare. In picchiata la fiducia dei consumatori, le richieste di disoccupazione e l’avanzare di nuovi rischi sul lato governativo per alcuni Paesi tra i quali Argentina, Messico e Brasile. Unico dato positivo e da non sottovalutare è quello uscito in serata di ieri sulla vendita di nuove case esistenti in USA, in aumento sostanziale rispetto alle attese. Dato che può essere interpretato in modo ambiguo dato che occorre attendere il prossimo valore sul tendenziale dei prezzi per confermare un qualche alleggerimento della crisi immobiliare. Una inaspettata fiducia sul settore, sempre se confermata dai dati, potrebbe fornire lo spunto di fiducia per ritornare sui mercati con un minor premio al rischio. Non bisogna dimenticare infatti che l’attuale situazione, se pur ciclica e fisiologica, è stata sicuramente amplificata dal ritorno verso la media del settore immobiliare USA, in bolla dall’inizio del 2000. Ieri Greenspan ha assunto parte di questa responsabilità, ammettendo che la politica monetaria espansiva, messa in atto dall Fed nell’ultimo decennio è

Leggi tutto

08 Ottobre 2008

Questo è il future sullo standars and poors 500, l’indice più importante per il mercato azionario americano. Storica la giornata odierna per la volatilità feroce. La volatilità misura quanto i valori si discotano dalla media o dal valore atteso e quindi misura in finanza, il rischio. Una cosa è avere l’aspettativa di guadagnare tra -5000 e +5000 euro, un altra è quella di essere certi di guadagnare 10, anche se le due opzioni possono avere lo stesso valore atteso (la somma dei prodotti tra probilità e valore). Il primo evento è sicuramente più rischioso. I movimenti odierni sull indice azionario hanno avuto escursioni di 80 punti e 60 punti nel giro di decine di minuti, quando le oscillazioni medie in giornate di trading normali sono nell’ordine di 10,15 punti. L’indice VIX che misura la volatilità e quindi il rischio intrinseco nel mercato è al record storico da quando è calcolato. Nulla è più impossibile. Diciamo che cambia radicalmente il target degli eventi estremi. Molti risk manager dovranno aggiornare le proprie prove di stress….

Leggi tutto

06 Ottobre 2008 – Panico

Panico. Dopo un anno di discesa arriva il vero panico. In questo momento i mercati azionari perdono intorno all’8 per cento. Di solito queste crisi di vendite (panic selling) segnano la fine della crisi. Vedremo se la storia di ripete. Inoltre in questi giorni tutti parlano di azioni, crolli, mercati. oggi anche il Santo Papa ha detto la Sua. Questo sostiene la mia idea. Quando tutti parlano di borsa allora siamo sui punti di svolta. Questo il future sullo Yen quotato al Chicago Mercantile Exchange. Misura essenzialmente il panico. Guardate lo spike da 98 a 100 in due minuti.

Leggi tutto

02 Ottobre 2008 – La camera Usa non approva il Tarp.

Questo è il grafico del dax future scadenza 12/2008 ripreso in diretta con grafico a candele da 5 minuti nel momento in cui il congresso USA bocciava il piano di salvataggio delle banche per la prima volta. Il future perde praticamente 300 punti in 10 minuti. Considerare che un singolo contratto vale 25 euro a punto. Shortare il contratto slla rottura e ricomprarlo sui minimi (chiaramente impossibile) avrebbe fruttato 7500 euro in pochi minuti. L’eurex ( il mecato dove il future è quotato) ha praticamente sospeso le contrattazioni per 5 minuti.

Leggi tutto
Close