Indipendenza

IL CONSULENTE FINANZIARIO INDIPENDENTE.
Il consulente finanziario indipendente è una figura professionale con uno status riconosciuto dalla Legge 13/2007 di recepimento della MIFID (Direttiva Europea 2004/39/CE).

La definizione indipendente identifica la qualità principale del consulente, ovvero l’ASSENZA DI CONFLITTO D’INTERESSE.

Il consulente indipendente non percepisce provvigioni/commissioni di alcun tipo da Banche, SIM, Compagnie di Assicurazione, SGR, egli non è quindi legato alla vendita di alcun prodotto finanziario e il cliente non deve trasferire denaro da un intermediario all’altro, ma potrà continuerà ad operare con il proprio istituto di fiducia.

Il consulente finanziario indipendente:

  • lavora solo per i suoi clienti garantendo imparzialità nella consulenza, a differenza di chi opera su mandato di un intermediario finanziario
  • percepisce un compenso direttamente dal cliente per la sua prestazione professionale come l’onorario di un avvocato o un commercialista.

Gli obiettivi della consulenza sono:

  • l’analisi della situazione finanziaria del cliente, la pianificazione e programmazione finanziaria del patrimonio
  • la protezione da consigli viziati dal conflitto di interesse
  • la pianificazione previdenziale
  • l’analisi e la valutazione di mutui e finanziamenti contratti o da contrarre
  • polizze e coperture assicurative
  • gestione e pianificazione dei rischi finanziari delle aziende, analisi di derivati e gestione delle relazioni con gli istituti bancari.
Close